Impresa 4.0

Piano nazionale Impresa 4.0

Il Piano nazionale Impresa 4.0, (in precedenza "Industria 4.0") promuove la digitalizzazione delle imprese italiane, al fine di partecipare ai vantaggi della cosiddetta "Quarta Rivoluzione Industriale".
E' mirato in particolare alle PMI, per le quali è necessario modernizzare i processi produttivi al fine di incrementare la produttività del lavoro, divenendo maggiormente competitive. La Legge di Bilancio 2019 introduce diverse misure concrete, dedicate alle PMI che investono in innovazione, assegnando loro incentivi automatici ed agevolazioni che sono già operative, in quanto non necessitano di decreti attuativi e quindi sono già in vigore.

 

 

Le principali azioni

Nuova Sabatini

Agevola il finanziamento bancario, che può essere assistito dalla garanzia del "Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese" fino all'80% dell'ammontare finanziato, e assegna un contributo del Mise per il pagamento degli interessi sul finanziamento.

Credito d'imposta R&S

Le spese in Ricerca e sviluppo (ricerca fondamentale, ricerca industriale e sviluppo sperimentale) in incremento rispetto ai bilanci 2012-2014 beneficiano del credito d'imposta del 50%.
La misura è cumulabile con le altre previste d Impresa 4.0 e si applicano a costi del personale, quote di ammortamento di beni, competenze tecniche e privative industriali.

Voucher per Innovation Manager

E' un contributo a fondo perduto per l'acquisto do consulenze specialistiche in tema di trasformazione digitale; l'ammontare è del 50% (fino a 50mila euro) per le micro e piccole imprese, 30% (fino a 25mila) per le medie imprese.

Credito d'imposta Formazione 4.0

E' un'agevolazione che si applica alla formazione del personale aziendale, svolta al fine di migliorare la competenza riguardo le cosiddette "tecnologie abilitanti" necessarie per partecipare al processo di trasformazione tecnologica e digitale.
Il credito d'imposta è concesso in misura del 40% delle spese sostenute.

Iper e Super Amortamento

Si applica all'acquisto di beni strumentali nuovi, beni materiali ed immateriali (software e sistemi IT) destinati a realizzare la trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi. Tali beni possono essere ottenuti dall'azienda in acquisto oppure in leasing.
Il termine iper-ammortamento identifica la supervalutazione applicata agli investimenti in beni strumentali nuovi. Le aliquote sono del 270% per progetti fino a 2,5 milioni di euro, 200% tra 2,5 e 10 milioni e 150% da 10 a 20 milioni
Il super-ammortamento, con aliquota del 130% degli investimenti in beni strumentali, non è presente nella Legge di Bilancio, ma è stato compreso nel recente decreto Sblocca Cantieri